Stampa

I migliori rivestimenti per plantari

I migliori rivestimenti per plantari

 

Quando si parla dei rivestimenti per plantari si apre un vasto universo di prodotti molto variegato, ma dove è facile venire disorientati. Qui cercheremo di fornirvi una mappa che permetta a chi naviga in questo mare di non rimanere smarrito e avere una bussola con la quale orientarsi. Per cominciare dobbiamo dividere i materiali in 5 diverse categorie: materiali in EVA, tessuti antistatici, pelle naturale, polimeri e nuovi polimeri.

 

 

 

  • Materiali in EVA

multiformEsiste una vasta gamma di materiali in Etilene Vinile Acetato, l’EVA ha un così largo utilizzo poiché è inattaccabile da funghi e batteri e in alcuni casi può avere un trattamento anallergico e antitossico, oltre ad essere anche un prodotto flessibile ed elastico.

Orthocontact_Color

Fra i migliori materiali in EVA che conosciamo vi possiamo suggerire il Multiform, disponibile in diverse colorazioni sia liscio che forato, e l’ORTHOCONTACT color e multicolor che ha la particolarità di avere delle speciali colorazioni.

I materiali in EVA hanno un larghissimo utilizzo e anche un costo relativamente basso ma, in fatto di rivestimenti per plantari, ci sono molti materiali di migliore qualità. L’EVA infatti è un materiale a cellule chiuse, igienico sì, ma meno confortevole rispetto ad altri e questo, nella realizzazione di un plantare di qualità, fa certamente la differenza.

  • Tessuti antistatici

ROX2I tessuti antistatici hanno una lavorazione tale da impedire il formarsi di cariche elettriche a causa dello sfregamento.

Tra i migliori tessuti antistatici noi consigliamo quelli che al loro interno presentano una lavorazione con fibre d’argento come l’Irotex II e il Rox. Quest'ultimo è un materiale tecnico formato per il 95% di poliammide e per il 5% di fibre di argento: le fibre di argento hanno lo scopo di rendere il materiale antibatterico, prevenendo così la proliferazione di batteri e funghi sulla superficie del tessuto, e al tempo stesso di ridurre drasticamente i cattivi odori. Oltre a queste caratteristiche l’Irotex, grazie ad una speciale membrana abbinata al tessuto, ha la funzione di riequilibrare il calore corporeo a seconda della temperatura esterna.

  • Pelle naturale

spaccato_di_capra_plusLa pelle naturale è una scelta molto utilizzata, versatile ed elegante, ottima sia d’estate che d'inverno. Esistono però molte varietà di pelli e non tutte sono di buona qualità, per noi le migliori sono lo spaccato di capra e la pelle di vitello. Lo spaccato di capra è una pelle di capra piuttosto sottile ma molto pregevole, è disponibile inoltre nella versione plus con un fiore più uniforme e con meno imperfezioni grazie a una particolare conciatura e lavorazione.

pelle_di_vitelloLa pelle di vitello invece è solitamente più spessa rispetto a quella di capra, offrendo così, per chi lo desidera, un materiale sempre naturale ma con uno spessore maggiore.

La pelle però presenta anche degli inconvenienti: non sempre è facile da lavorare, molto spesso ci sono delle difficoltà sia per quanto riguarda le imperfezioni sulla superficie, soprattutto per lo spessore non sempre uniforme. Insomma, la pelle naturale possiede certamente dei pregi ma anche difetti e inconvenienti, inconvenienti che però possono essere superati grazie ai polimeri.

  • Polimeri

softiI materiali moderni vengono realizzati con delle combinazioni di diversi polimeri, nascono con la concezione di fornire le caratteristiche della pelle naturale ma, al tempo stesso, di eliminarne gli inconvenienti. Se la pelle può presentare delle imperfezioni, delle irregolarità nello spessore o in alcuni casi può rompersi, i materiali in polimeri non hanno nessuno di questi difetti.

nuegeI materiali realizzati con polimeri inoltre hanno dimensioni e lunghezza maggiore delle pelli naturali, sono facilmente lavabili senza possibilità di essere rovinati e hanno una maggiore resistenza alla trazione.

Ovviamente di rivestimenti a base di polimeri c’è un’ampia scelta, con diverse fasce di prezzo e diversi gradi di qualità: il Softi è un polimero che pur essendo economico è molto buono; il Drem e il Drem lux sono invece di alta qualità e anche al tatto e al loro aspetto, ricordano la pelle naturale; il Nuage invece è un polimero di altissima qualità con una lavorazione che lo rende più resistente e più elastico degli altri.

 

Se si vuole puntare alla perfezione però è necessario affidarsi ai nuovi polimeri e il migliore fra essi è certamente l’Aramica

  • Nuove combinazioni di polimeri, l’Aramica

aramica3Questo materiale è realizzato con delle particolari combinazioni di polimeri e, oltre ad avere le caratteristiche dei tessuti sopra citati, può vantare una lavorazione particolare.

Aramica è un prodotto brevettato già nel 1994 specificamente per il rivestimento dei plantari e, nel corso del tempo, è stato via via perfezionato fino ad arrivare ad essere il non plus ultra in fatto di rivestimenti per la tecnica ortopedica.

L’Aramica, oltre ad essere più resistente rispetto agli altri polimeri normali, può vantare una serie di lavorazioni aggiuntive che lo rendono particolarmente morbido e duttile, oltre ad avere proprietà antibatteriche e antiodore.

A tutt’oggi l’Aramica viene regolarmente utilizzato dai più importanti operatori del settore della tecnica ortopedica (INAIL, Lab-or, Sant’Orsola, ecc) ed è un punto di riferimento quando si pensa a rivestimenti speciali per plantari personalizzati e ortesi di qualità.